Via sartoriale di Londra, Savile Row

di
Saville Row Londra © Andrea Lessona

Saville Row Londra © Andrea Lessona

Nelle vetrine di Savile Row l’eleganza è un riflesso che attraversa la via sartoriale di Londra: abiti fatti su misura con i tessuti più pregiati per una clientela solo maschile e di alto lignaggio.

Qui, nel cuore di Westminster, a due passi da Jermyn Street, parallela a Regent Street, ci sono i negozi di Anderson & Sheppard, Gieves & Hawkes, Davies & Sons, Henry Poole & Co e Norton & Sons.

Da oltre duecento anni, gli artigiani della via sartoriale di Londra selezionano i capi migliori per vestire della loro maestria le personalità del tempo. Abili mani creano, quasi per magia, l’abito perfetto: quello capace di nascondere i difetti ed esaltare le virtù.

Servono almeno tre appuntamenti per scegliere la stoffa, prendere le misure, provare e riprovare. Poi, i sarti iniziano a imbastire e a cucire. Prima di vedersi consegnato il vestito da una delle botteghe di Savile Row può passare anche un anno.

È così dal 1806, da quando i primi negozi hanno aperto le loro saracinesche e hanno trasformato questa strada nella via sartoriale di Londra. Ieri erano le carrozze trainate da cavalli maestosi e cocchieri imparruccati a fermarsi qui.

Oggi sono le Rolls-Royce, le Ferrari, le Limousine a far scendere in Savile Row i loro ospiti protetti da body guard. Anche se al gentil sesso è concesso di entrare, le donne non possono beneficiare delle capacità tramandate dei sarti di questi negozi.

Le botteghe della via sartoriale di Londra sono solo ed esclusivamente per uomini: vezzosi, altezzosi, capricciosi sono loro a godere, per una volta, di una eleganza esclusiva e distintiva.

La stessa che contraddistingueva Phileas Fogg, il protagonista del romanzo Il giro del mondo in 80 giorni che il suo inventore, Jules Verne, fece abitare al No 7 di Savile Row.

Al No 3, invece, c’erano gli uffici della Apple Records, la casa discografica fondata dai Beatles. Tanto che l’ultimo concerto dei ragazzi di Liverpool si tenne sul tetto dell’edificio il 30 gennaio del 1969.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Via sartoriale di Londra, Savile Row"

Google+

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...