Horse Guards Parade, Londra in parata

di
I due comandanti al centro di Horse Guards Parade, Londra © Andrea Lessona

I due comandanti al centro di Horse Guards Parade, Londra © Andrea Lessona

L’Horse Guards Parade è silenzio vuoto. Mentre lo cammino nel crepuscolo di un pomeriggio inglese, risento l’eco dei cavalli al trotto. Puntuali, sono arrivati alle 11 questa mattina e hanno occupato il campo da parata vicino a Whitehall, nel cuore di Londra, per il cambio della guardia.

È una tradizione che si ripete tutti i giorni, come quella più famosa e affollata di Buckingham Palace. Ma anche qui trovare posto non è stato facile. Nonostante fossi arrivato con una buona mezz’ora d’anticipo, molti avevano già presidiato il cordone steso entro il quale non si può entrare.

È in quello spazio circoscritto che i Cavalieri di Sua Maestà, tirati a lucido per l’occasione quotidiana, si danno il cambio e si mostrano fieri a fotografi e cineoperatori. Sotto l’elmetto pesante non tradiscono emozione: schierati su due file, una di fronte all’altra, sembrano statue dipinte dal mantello rosso e nero.

Mentre i due comandanti si scambiano ordini e battute al centro del campo da parata, loro trattengono i cavalli più bizzosi: quelli che tradirebbero volentieri il protocollo e correrebbero al galoppo attraverso St. James’s Park.

La cerimonia dura circa una mezz’ora, molto meno di quella annuale del Trooping the Colour in cui viene celebrato il compleanno del Re o delle a Regina del Regno Unito dal 1748.

Ma la storia del Horse Guards Parade è ancora più antica, e risale ai tempi di Enrico VIII: in quel periodo l’area era occupata dalle Giostre che dovevano allietare il sovrano e i suoi ospiti. Lo stesso faceva Elisabetta I che aveva scelto il luogo per festeggiare il genetliaco.

Così il campo da parata è diventato nei secoli il teatro celebrativo dei sovrani, anche se è stato usato come Quartier Generale del British Army. Il Duca di Wellington, quando era a capo delle forze britanniche, aveva qui la sua sede. Anche l’attuale ufficiale in comando del Distretto di Londra usa lo stesso ufficio e, addirittura, la stessa scrivania.

Nonostante tutta questa storia e queste antiche tradizioni, nel XX secolo Horse Guards Parade è stato trasformato in parcheggio per le auto degli alti funzionari statali. Almeno sino al 7 febbraio 1991 quando la Provisional Irish Republican Army sferrò un attacco di mortaio contro il 10 di Downing Street.

I colpi partirono proprio qui vicino a dove sono ora: nel silenzio vuoto di un pomeriggio inglese.

I commenti all'articolo "Horse Guards Parade, Londra in parata"

Google+

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...